SponsorSmiley face

Per le squadre del Sanga è tempo di playoff e di bilanci di fine stagione con qualche pensiero già ai camp estivi, invece per quei genitori speciali che rispondono al nome di Sanga Papà è giunta l’ora di scendere sul parquet per un’amichevole prestigiosa contro il Maxi Basket Milano e soprattutto con un prezioso scopo benefico e una piccola raccolta fondi da donare al reparto pediatrico dell’Ospedale Fatebenefratelli di Milano. Un’iniziativa lodevole, frutto della collaborazione con la squadra del Maxibasket Milano, che ci permetterà di vedere all’opera e conoscere da vicino gli speciali Papà del Sanga. In attesa di ammirare i loro canestri giovedì 12 aprile alle ore 19.30 al PalaGiordani di Via Cambini proviamo a conoscerli meglio grazie ad Antonio Bicchierri, papà, giocatore e dirigente.

1 Come nasce e quando il progetto Sanga Papà?

I Sanga Papà nascono nel 2013 per caso, in un raduno Minibasket dei nostri figli in Frigia, parlando del più e del meno con alcuni papà e con Mariangelo Maiocchi è nata questa idea di allenarsi e formare una sorta di squadra di papà. Quindi Mariangelo ci ha preso di parola e ci ha dato uno spazio palestra e poi un allenatore, Raffaele Gennaro (attualmente preparatore seria A/2 F e allenatore mini basket Sanga).

2 Quanti allenamenti e partite fate? Anche iniziative sociali, lavoro sul territorio?

Facciamo un allenamento alla settimana al martedi sera in Cesalpino 38 e ogni tanto organizziamo amichevoli con altre squadre, sempre più o meno della nostra età, over 40, con il terzo tempo che è una nostra prerogativa, eh eh. Iniziative purtroppo non ne facciamo, quella con Maxi Basket è la prima, ma ci stiamo attrezzando per lavorare in questa direzione.

3 Quanti siete? Come siete organizzati?

Attualmente siamo 15 iscritti, in quanto qualche cambio c’è stato negli anni, con ritiri per evidenti problemi di lavoro e fisici. La nostra organizzazione è semplice, io da quando è nata la squadra faccio da dirigente, per le iscrizioni e raccolta documenti ed eventuali amichevoli, tutto qua e ovviamente abbiamo una chat dove di volta in volta diciamo chi c’è e chi non c’è.

4 Quale emozione più grande in questa avventura?

Beh….emozioni ogni volta che giochiamo tra di noi, ci si diverte sempre soprattutto nel famoso terzo tempo, poi quando ci sono i compleanni, meglio non parlarne, ogni volta è un disastro ..

5 Ci sono altre società che hanno una squadra di papà?

Non saprei, ogni volta noi organizziamo tramite amici che hanno squadra amatoriale o che partecipa a campionati Uisp e insomma iniziamo a farci conoscere.

6 Ma avete fatto anche qualcosa all’estero? Qualche torneo?

No, purtroppo no, sarebbe bellissima come esperienza, ma troppo onerosa per papà che come noi lavorano, però mai dire mai.

Forza Sanga Papà, questa volta il tifo lo facciamo noi! 

Appuntamento a giovedì 12 aprile alle ore 19.30 al PalaGiordani di Via Cambini

SponsorSmiley face