SponsorSmiley face

Dopo la brutta sconfitta patita ad Albino giovedì scorso il Ponte Casa D’Aste Milano torna sul parquet, ancora in trasferta, questa volta a Villafranca contro l’Alpo Bk per la quattordicesima giornata di ritorno. Le milanesi lottano e rimangono in partita fino all’ultimo quarto quando subiscono un parziale di 20-7 ed escono sconfitte 68-50.

LA GARA: Partono subito forte le padroni di casa che grazie a Vespignani e Dall’Olio, ispiratissime, volano e si trovano presto avanti 9-2. L’attacco orange fa fatica ma si scuote con Rossi che realizza da 3 dopo 4 minuti. Dell’Olio, sempre lei, continua a trovare punti importanti, dall’altra parte del campo è la ex Toffali che tiene Milano in scia con buone penetrazioni, 13-9 poco oltre la meta del quarto. Novati e Rossi sbagliano dalla lunga distanza, Alpo prova la fuga grazie a 4 punti di Scarsi, meneghine che non mollano e vanno alla prima pausa sotto 17-13 con un canestro finale di Martelliano. Ripartenza forte ospite con Picotti in appoggio e Quaroni da 3, 19-18, Zampieri e Zanella, quest’ultima dalla massima distanza, ristabiliscono le distanze, 24-18. Risponde Martelliano con una bomba dopo una palla recuperata da Picotti ma al festival del tiro da 3 partecipano anche Zampieri e Cabrini e le veronesi cercano l’accelerata, 30-23 a metà frazione. Rossi, Guarneri e Canova salgono in cattedra, il Sanga arriva a -1, 32-31 a 1’30” dalla seconda sirena, gli ultimi 6 punti sono tutti di marca veronese e Alpo chiude ancora avanti 38-31. Si riparte e si segna poco con le ospiti che faticano a trovare il canestro, Villafranca ringrazia e da 3 con Ramò prende il largo. Pozzecco risponde con una bomba e limita i danni, 43-36, Milano sempre a -7 dopo 5 minuti di gioco e attaccata al match. Vespignani e Scarsi sono molto precise, Alpo Bk tocca anche il + 12, 48-36. Martelliano e Toffali rianimano la truppa, Pozzecco mette la bomba e il Sanga chiude sotto di 5, 48-43, il terzo quarto con Guarneri che ha anche l’occasione del -3 a pochi secondi dalla sirena. Dopo pochi secondi dell’ultimo periodo, Rossi fa subito la voce grossa da 3, orange di nuovo a stretto contatto di gomito, 48-46. Dell’Olio e Vespignani falliscono le loro occasioni e le venete commettono poi anche infrazione di 24”. Il pallone scotta in tutte le mani, Villafranca sbaglia molto, ma respira con i liberi e un canestro di Dall’Olio, 51-46. Le orange accusano il colpo, vanno in bonus e vengono punite anche dal tiro da 3 di Zanella. Coach Pinotti viene espulso a meno di quattro minuti dal termine. Ma la reazione ospite non arriva, Dell’Olio e Ramò mettono fieno in cascina e portano Alpo Bk a + 15, 61-46 a 3’41” dal termine. Per le ragazze lombarde ormai è tardi, Villafranca viaggia sulle ali dell’entusiasmo e vince 68-50, pur con uno scarto eccessivo e bugiardo, dopo aver giocato alla pari per quasi 35 minuti. Il Ponte Casa d’Aste chiude con solo due liberi tirati (sigh), 12 punti di Toffali, il 38% da 2 e il 36% da 3. Sabato 28 aprile ultima di campionato al PalaGiordani contro Fanola San Martino di Lupari, gara che deciderà il posto nei playoff per le milanesi e la salvezza per le padovane.

SponsorSmiley face