Sponsor

Un Ponte Casa d’Aste autoritario, attento e senza paura sfata il tabù Albino e coglie al palazzetto dello sport di Torre Boldone una meritata vittoria per 63-48 volando a 4 punti e confermando le buone cose viste nella precedente vittoria con Vicenza.

LA GARA
Le milanesi partono subito con il piede sull’acceleratore giocano in velocità e volano sul 7-3 con Toffali e Gombac. Valente prova a ricucire dalla lunga distanza ma senza fortuna, Iannucci trova 4 punti importanti ma il Sanga è ancora avanti grazie ai liberi e alla precisione di Gombac a segno anche con un appoggio sotto canestro e una bomba 14-7. Iannucci, sempre lei, e Pressley guidano la riscossa delle padrone di casa che tornano ben presto sotto 12-14. Toffali centra ancora il bersaglio, Zagni prova un nuovo allungo con un tiro da 3 ma fallisce. Poco dopo Valente è brava a recuperare una palla e servire Iannucci per il -2. Non c’è più tempo, il primo quarto sorride a Milano che chiude avanti 16-14. Si riprende e Albino trova subito i liberi del pareggio con Birolini, la battaglia sotto canestro si fa infuocata con molti errori da entrambe le parti e il punteggio che non si muove. Kostova stoppa bene Valente e e poi fulmina da 3 le padrone di casa. Trova il canestro anche Zagni con la difesa meneghina che lavora benissimo e costringe le avversarie alla palla persa per 24” per ben due volte. Kostova primeggia in area colorata e buca la retina ancora. Albino non trova il bandolo della matassa e perde molti palloni cercando di caricare di falli le ospiti, che però rispondono con due bombe chirurgiche di Giulietti e volano a + 11 (29-18) costringendo coach Stibiel a chiamare un timeout a 1’05” dalla seconda sirena. Pintossi e Valente sbagliano ancora e Milano con un parziale di 13-4 va all’intervallo lungo con un vantaggio meritato e rassicurante grazie anche a un 4 su 11 da 3 (36%) a differenza delle padroni di casa che viaggiano con uno 0 su 5 dalla lunga distanza. Il primo canestro del terzo quarto arriva dopo quasi 3 minuti ed è della lunga Kostova con un tap in, Iannucci invece sbaglia molto, compresi due liberi e un’infrazione di passi, e la truppa di Pinotti prima ringrazia e poi si blocca pasticciando un pochino in attacco. Pressley e Iannucci di nuovo in palla fanno rientrare Albino a -4 (27-31) grazia ad un parziale di 9-0. Le due squadre esauriscono il bonus e sfruttano i tiri dalla lunetta. Quaroni in lunetta è freddissima e fa ripartire Milano, Iannucci però risponde presente e a 1’30”dal termine Albino impatta a 37. La palla ora scotta ma non fa paura a capitan Trianti che infila la bomba del + 3 sulla sirena. Il Ponte Casa d’Aste torna sul parquet con Zagni e Kostova gravate di falli (4 e 3) ma non ha paura e con Zagni e la premiata ditta Gombac e Toffali scappa a + 8 (38-46). Il quintetto bergamasco non molla e si affida a Iannucci per provare la rimonta, le Sanga Girls però giocano bene coralmente e vanno a segno a ripetizione con diverse soluzioni, Trianti, Zagni e Gombac non sbagliano più niente, Quaroni è un cecchino ai liberi e firma il 54-42 a 4′ dalla fine. Albino vicina al bonus falli è costretta a forzare, Bonvecchio e Pressley non fanno male da 3 e ormai Milano vede il traguardo. A 1’30” Trianti piazza la bomba da 3 e le ragazze di casa alzano bandiera bianca. Finisce con merito 63-48 per Milano che coglie la seconda vittoria consecutiva grazie ad un bel 91% ai liberi, ai 19 punti dalla panchina e a Gombac 17 punti e Kostova 13 sugli scudi.

Fassi Albino – Il Ponte Case d’Aste Milano 48 – 63 (14-16, 18-29, 37-40, 48-63)
FASSI ALBINO: Iannucci* 24 (9/18 da 2), Birolini, Moro NE, Panseri 4 (2/5 da 2), Bonvecchio* 2 (1/3, 0/3), Birolini 4 (1/2 da 2), Gionchilie NE, Valente* 5 (2/8, 0/1), Pressley* 7 (2/8, 0/2), Pintossi* 2 (1/2, 0/1), Peracchi. Allenatore: Stibiel G.

Sponsor

Tiri da 2: 18/47 – Tiri da 3: 0/8 – Tiri Liberi: 12/16 – Rimbalzi: 35 11+24 (Panseri 7) – Assist: 6 (Iannucci 1) – Palle Recuperate: 6 (Valente 2) – Palle Perse: 19 (Iannucci 5)
IL PONTE CASE D’ASTE MILANO: Toffali* 9 (4/10, 0/2), Venturi NE, Calciano, Guarneri NE, Zagni* 6 (3/6, 0/3), Capucci, Visigalli NE, Kostova 13 (4/7, 1/2), Giulietti 6 (0/1, 2/6), Quaroni* 4 (0/4 da 2), Trianti* 8 (1/5, 2/2), Gombac* 17 (5/8, 1/6)
Allenatore: Pinotti F.
Tiri da 2: 17/42 – Tiri da 3: 6/23 – Tiri Liberi: 11/12 – Rimbalzi: 48 19+29 (Gombac 12) – Assist: 10 (Quaroni 4) – Palle Recuperate: 4 (Toffali 2) – Palle Perse: 14 (Zagni 3) – Cinque Falli: Zagni

Arbitri: Cassinadri A., Giunta A.

Coach Franz Pinotti: “Una vittoria che abbiamo cercato e voluto, costruita in palestra durante la settimana con un grande lavoro di difesa, vinto partita in difesa costringendo Albino a soli 4 punti nel secondo quarto. Abbiamo subito la rimonta nel terzo quarto ma siamo venuti fuori benissimo nell’ultimo quarto con attacco corale e punti da tutte le ragazze. Gombac 17 punti e 12 riimbalzi ma tutte bene, Zagni, Trianti, Kostova, Quaroni si sono sacrificate in difesa per fermare la coppia Iannucci e Bonvecchio e anche Pressley e Valente sono state contenute molto bene. Sono molto soddisfatto per la vittoria che ci trasmette morale e che ci voleva dopo le due sciagurate sconfitte iniziali. Ora andiamo a Verona per una partita difficilissima ma proprio perché difficile e perché veniamo da due vittorie e non abbiamo niente da perdere sarà tutta da giocare a viso aperto. Ci proviamo, vincere a Verona sarebbe la ciliegina sulla torta”.

Sponsor