Sponsor

Il vivaio Sanga non smette mai di crescere e stupire e a giudicare dai risultati si può essere veramente ottimisti per un futuro nemmeno troppo lontano. Le giovanissime giocatrici Orange, oltre alle vittorie, stanno mettendo sul campo anche grande passione, entusiasmo e voglia negli allenamenti, qualità che spesso nell’età adolescenziale non vanno di pari passo. Da settembre i miglioramenti sono stati evidenti sotto tutti punti di vista come conferma Coach Franz Pinotti: “Il gruppo Esordienti Competitivo ha appena guadagnato l’accesso alla Finalissima del Torneo 18_19 da giocarsi al meglio delle tre con Geas Sesto San Giovanni. Il percorso partito a settembre è stato finora molto bello e positivo sia dal punto di vista motorio grazie a Daniele Gromero, sia da quello tecnico grazie al lavoro svolto in Staff da me, Lorena Villa e Simone Stanghellini. Stesso lavoro che stiamo portando avanti con le Esordienti non Competitive e il gruppo delle 2006, per un totale di circa 40 ragazze. Le ragazze possono  fare allenamenti tutti i giorni, ma almeno 2 obbligatori. La differenza tra Competitive e non Competitive la fa proprio il loro desiderio di lavorare con intensità per crescere o meno. Si vedono subito le differenze di chi fa più allenamenti e questo facilita il loro apprendimento. In generale sono tutte una bella sorpresa, soprattutto le Competitive, naturalmente perché si applicano molto, ma per noi era importante creare gruppi omogenei di lavoro per capacità. Per esempio abbiamo almeno 3 giovanissime del non Competitivo che sono cresciute molto di livello e sicuramente a fine stagione passeranno di livello. Dal punto di vista umano sono entrambi gruppi favolosi, tutte hanno grande passione e molte hanno scelto di allenarsi più giorni e questo è motivo di grande soddisfazione”.
Un cammino fatto insieme, ricco di spunti interessanti e grandi momenti vissuti sul parquet come testimoniato anche da coach Lorena Villa: “E’ vero, la grande crescita anche del gruppo non Competitivo nel girone di ritorno sta dimostrando quanto siano migliorate le nostre ragazzine sia a livello tecnico che motorio. Questo ha permesso al gruppo di giocare partite punto a punto mentre, qualche volta ad inizio campionato, si soccombeva alle avversarie anche con 20 punti di scarto.”
Insomma un vero e proprio Sanga Lab, in cui prima vengono le capacità motorie e poi, di pari passo, attraverso l’insegnamento di letture nello spazio e nel tempo corretto, i cosiddetti fondamentali di basket.

Sponsor