Sponsor

Altro passo avanti verso la salvezza per il Ponte Casa d’Aste, Milano che passa (come l’Olimpia nella stessa serata a Masnago) con autorità a Varese, vendicando il KO dell’andata. Gara dominata dalle Orange (con una grande Guarneri in evidenza) che rischiano qualcosa solo nel quarto periodo causa lungo blackout, sono Royo Torres e Toffali a chiudere i giochi dilagando nel finale.

LA GARA
Subito rovente Il Ponte Casa d’Aste con 5 punti filati di Cecilia Zagni ad aprire il match, 0-5. Si dilata sino a 7 il margine ospite dopo il canestro di Toffali che costringe le padrone di casa al time out. La super veterana Visconti sblocca le biancorosse con una tripla importante anche per il morale, Milano non molla la presa con il prezioso 2+1 di Guarneri, 3-10. Sono proprio le bombe a fare la fortuna della S.C.S. a segno questa volta con Francesca Mistò, stavolta è coach Pinotti a chiedere la sospensione. Perde fluidità l’attacco Orange, inevitabile il sorpasso varesino come sempre dal perimetro, a referto questa volta Laura Rossi, 12-10. Serve la scossa e prova subito a darla Royo Torres, la spagnola e Guarneri timbrano il mini parziale che tiene avanti il Sanga alla prima sirena, 15-18. Momento positivo per le Orange che partono bene nel secondo quarto, una fiammata di Toffali ed un guizzo di Quaroni ed è massimo vantaggio ospite, 17-25. Volo del Ponte Casa d’Aste che prosegue scollinando oltre la doppia cifra, siluro di Toffali e colpo di Zagni, 17-30. Reazione furiosa delle padrone di casa che ritrovano fiducia, Sorrentino sigilla il meno 7, 23-30. Milano si affida alle lunghe, Carrara e Guarneri rispondono presente, Ponte Casa d’Aste in controllo alla pausa lunga, 24-40. Dopo l’intervallo Milano spreca più di una chance per assestare il colpo del KO, Varese barcolla ma riesce a non uscire dal match, tripla di Sorrentino, 27-42. Solo due punti, dalla lunetta di Royo Torres, a referto per il Sanga nei primi 5 minuti della ripresa mentre arriva il terzo fallo di una sin li dominante Guarneri. Senza il centro novarese, e con una Carrara in difficoltà, è Zagni a sparare il botto che riporta le milanesi a più 18, 27-45. E’ sempre un’eroica Sorrentino a ridare linfa vitale alle biancorosse, la lunga di Varese costringe alla quarta penalità Guarneri ma la guerriera Orange è incontenibile in area colorata, 35-51 al 30’. Padrone di casa che cercano la spallata per rientrare in partita in apertura di quarto periodo, Francesca Mistò per il meno 12, 39-51. Altro lungo digiuno ad inizio di un quarto per Milano che sbaglia molto in attacco. Sette minuti senza punti per il Sanga, la S.C.S. spreca più volte il possesso per tornare sotto la doppia cifra di svantaggio, 41-51. Interrompe, dalla linea della carità, il lungo digiuno la solita Royo Torres, la fuoriclasse spagnola tira fuori dalle secche le ospiti, Toffali mette la tripla che profuma di vittoria, 41-56. Ammaina bandiera bianca la truppa di coach Visconti, ancora Royo Torres per i titoli di coda.

S.C.S. VARESE VS IL PONTE CASA D’ASTE MILANO 41-64 (15-18, 24-40, 35-51)

Sponsor

IL PONTE CASA D’ASTE MILANO: Guarneri 17 (con 7 rimbalzi), Toffali 16, Royo Torres 11 (con 16 rimbalzi), Zagni 10, Quaroni 6, Carrara 4.

COACH PINOTTI
Una bella vittoria che avvicina la salvezza che però dovremo conquistarci nella sfida diretta della prossima settimana a Marghera, dove ci aspetta l’ennesima finale. Successo importante arrivato anche con uno scarto notevole, fattore che ci da una mano anche per raggiungere il miglior quoziente canestri complessivo. Brave le ragazze nel concretizzare il lavoro e gli obbiettivi su cui ci eravamo focalizzati in settimana, qualche blackout nel secondo tempo risolto poi con autorità”.

Sponsor