SponsorSmiley face

Il Sanga chiude al quarto posto la 4 giorni di Coppa Italiana U20 perdendo la finalina con Udine 71-52 ma si può essere contenti lo stesso perché le ragazze hanno tenuto bene il campo sempre e ancora una volta sono fra le quattro migliori squadre.

LA GARA
In avvio il Sanga soffre la fisicità di Thiam in area colorata, Pagani e Stilo (nonostante Dell’Orto non al meglio e Visigalli, “mascherata” per un colpo al naso nel 3vs3), tengono il ritmo, 11-8 per la truppa milanese. Vella ricuce e Seye e Ianezic mettono la freccia per il sorpasso di Udine, 11-16 a 2’30 dalla prima sirena. Milano fatica contro la zona 2-3 friulana e si inceppa, Udine ringrazia e chiude 18-11 i primi dieci minuti. Cirelli subito da 3 in apertura di periodo, Buttazzoni da sotto punisce la 1-3-1 lombarda. In regia Sanga Venturi ci mette gran fosforo e con Stilo dalla lunetta è 18-22. Ianezic con una bomba in transizione costringe Coach Pinotti a chiamare time out. Stilo domina sotto i canestri ma Buttazzoni da 3 e dalla lunetta fa scappare Udine, 28-20. Anche Lizzi imperversa da 3 e le friulane prendono il largo 35-20. Stilo con un bel movimento da sotto e un gioco da 3 prova a far rientrare le compagne, l’ultimo tiro è di Ivas e Udine va al riposo lungo sul 39-25. Udine riparte subito con una bomba di Vella, Milano risponde con Visigalli. Ivas con altre due bombe dai due angoli non lascia scampo alle meneghine, 48-27. Pagani si mette in luce, Thiam risponde per le rime con Ianezic, le udinesi tengono la distanza. Il Sanga fa girare bene la palla e non m molla mai, anche se fatica da 3, a 3’30” dalla terza sirena 55-31 per le ragazze friulane. Thiam sale in cattedra e porta le compagne sul 60-33 alla fine del terzo periodo. L’ultima frazione, visto il punteggio, scorre via veloce senza sussulti, il Sanga difende comunque sempre forte e prova a limitare il passivo anche con buone cose di Anzani, Venturi, Angeretti e Barocco. La Libertas School Udine non si fa sorprendere e chiude 71-52 conquistando il terzo posto.

SponsorSmiley face