Sponsor

Il Ponte Casa d’Aste rimane in partita a lungo a Sarcedo ma non riesce a cogliere la prima vittoria della stagione in terra veneta. Finisce 71-63 con molto rammarico da parte milanese per aver comunque disputato una buona gara.

Per fermare le avanzate di Shaw e Iannucci la truppa orange le prova tutte anche con continui passaggi dalla difesa a zona a quella uomo e lotta su ogni palla. Iannucci in grande spolvero trascina le compagne e alza le medie delle vicentine che fino ad oggi scarseggiavano nel tiro dalla lunga distanza e contro le milanesi viaggiano con una media attorno al 50. Fra le fila di Milano grande cuore e capacità di rimanere in partita fino all’ultimo con un’ottima Lussana, a referto con 18 punti, e buon impatto sulla gara di Visigalli. All’intervallo Milano è ancorata alle avversarie che nonostante la gran mole di gioco sono avanti solo di un possesso 37-35. Nel terzo quarto le squadre non si risparmiano e segnano molto, Sanga chiude addirittura avanti 53-52 . Beretta esce per 5 falli e il Ponte Casa d’Aste nell’ultimo quarto paga dazio e la stanchezza e le vicentine festeggiano la vittoria 71-63, nonostante 21 punti finali di Lussana, 15 di Toffali e 12 di Carrara. Per Milano mercoledi festa in Comune per i 20 anni e sabato sfida difficilissima con Moncalieri al Cambini.

Dichiarazioni post partita coach Franz Pinotti: “Abbiamo disputato una buona gara con qualche passaggio a vuoto di troppo e con poca lucidità e conseguenti palle perse proprio nel momento in cui potevamo indirizzare la partita diversamente. Ottima Lussana ma l’utilizzo di Quaroni ci avrebbe permesso di far giocare Lussana da guardia e giocare anche con due play”.

Sponsor