Sponsor

Decimo appuntamento per Orange Passport, ospite di oggi è Benedetta Dell’Orto.

Orange Passport: Benedetta Dell’Orto. Professione play, scorribande e crescita costante in cabina di regia. Nickname: Benny o Benniiiiii a seconda dell’arrabbiatura.

Lungo stop di gioco/palestra: cosa ti manca di più.
Ciò che mi manca di più sono i piccoli semplici gesti della pallacanestro, il cinque di una compagna o degli allenatori, il rimbombo della palla sul parquet, le urla dei tifosi dopo una vittoria, la gioia di un canestro. Devo ammettere però che nonostante il “nonnismo” 🙂 mi mancano le mie compagne di squadra, mi manca ridere e scherzare con loro ma soprattutto mi mancano le loro PASTEEE!! (Alcune di loro sono delle ottime cuoche)”.

Sponsor

Come è cambiata fuori dal parquet la tua vita durante questo periodo. Credi che tutto questo potrà cambiare, migliorandolo, il nostro modo di vivere?
Sinceramente la mia routine non è cambiata più di tanto. La mattina mi collego per le videolezioni online, il pomeriggio studio e continuo, per quanto possibile, ad allenarmi a casa. È la sera il momento più bello, per me impensabile fino ad ora, in cui trovo il tempo per guardare qualche film, rilassarmi e dedicarmi ad un altro hobby della mia vita: la fotografia. Prima non mi era possibile perché ero sempre in palestra. Credo che quello che sta succedendo in questo momento cambierà sicuramente il nostro modo di vivere. Sono sicura che ognuno di noi ripartirà con una consapevolezza diversa, apprezzando tutto ciò che ci circonda e senza dare niente e nulla per scontato”.

Un avvenimento, una persona, una passione che hai scoperto o riscoperto.
Grazie a questa quarantena forzata ho riscoperto la bellezza di cenare con tutta la mia famiglia. Abbiamo avuto sempre orari diversi e questo ci ha sempre impedito di poter passare del tempo insieme. Ora ne approfitto per godermi dei momenti coi miei genitori e con mia sorella che non vedevo da 6 mesi”.

Il tuo rapporto con la musica: cosa ascolti, il tuo cantante/gruppo preferito, quali emozioni ti regala, una frase di una canzone che ti colpisce.
La musica è il modo migliore per me per rilassarmi, per passare il tempo e per sgomberare la mente dallo stress quotidiano. Mi accompagna durante le trasferte e in macchina nel tragitto casa-palestra. Spesso quando sento le canzoni le associo ai momenti più belli trascorsi con gli amici o mi ricordano un momento particolare della mia vita. Non ho preferenze sul genere musicale, ultimamente ascolto spesso i Pinguini Tattici Nucleari perché mi mettono tanta allegria. In questo momento difficile la musica è diventata anche veicolo di unione e di speranza. “Se la vita si ribella, tu ribellati con lei’”di Ultimo rappresenta la mia filosofia”.

Benny e la lettura, rapporto bello e profondo o lettrice occasionale. Letture ed autori che ami di più. Un libro da suggerire e perché. Non leggi? Allora un film che ti ha colpito e perché. O entrambi se ti va.
Non ho un buon rapporto con la lettura probabilmente perché non ho mai avuto l’occasione per appassionarmi, o forse perché tutto ciò che leggevo mi veniva imposto dai professori. Passo la maggior parte della mia giornata a leggere libri di storia, filosofia e latino, per questo motivo preferisco indubbiamente, nel mio poco tempo libero, guardare i documentari sui viaggi (la mia grande passione), i film e le serie tv. I miei film preferiti sono ‘Race – Il colore della vittoria’ e ‘The blind side’. Ambientati rispettivamente nel periodo nazista il primo e il secondo ai giorni d’oggi, affrontano entrambi il tema del razzismo e come questo possa essere sconfitto attraverso lo sport. Di recente ho visto ‘Io sono leggenda’ e anche se mi ha messo un po’ di ansia lo consiglio perché molto attuale rispetto a ciò che stiamo vivendo”.

Il tuo punto di riferimento al di fuori della famiglia. Un uomo o una donna del presente o del passato che per te è fonte di ispirazione o di ammirazione.
Per ora, al di fuori della mia famiglia, non ho ancora trovato una persona speciale tale da definirla ‘punto di riferimento’; quella persona che ti possa consigliare ma soprattutto ascoltare senza giudicare. Tuttavia ho conosciuto tante persone che hanno contribuito al mio percorso di crescita personale e dalle quali ho imparato a cogliere il positivo per migliorarmi e credere in me stessa. Non so bene se sia una fortuna o una sfortuna non aver ancora trovato un punto di riferimento ma sono pronta a vedere ciò che la vita ha in serbo per me”.

Una grande donna della storia che ti sarebbe piaciuta conoscere e perché.
Tra le molteplici figure femminili della storia scelgo Katherine Johnson: matematica, scienziata e fisica afroamericana che collaborò per prima ai programmi spaziali della Nasa sfidando il razzismo e il sessismo. Una donna con una particolare inclinazione per i calcoli delle traiettorie delle orbite delle navicelle spaziali, ma soprattutto con una tenacia e determinazione nel competere al pari degli uomini valorizzando così il suo grande talento”.

Social, FB o IG? Quanto ami i social e chi sono, amici a parte, i tuoi followed preferiti.
“Tra i due sono solo su Instagram. Questo social mi piace perché mi permette di interagire con le persone che seguo, di condividere foto e momenti non solo con persone a me vicine ma anche con amici lontani che non vedo da un po’. I miei followed preferiti sono Tommaso Zorzi, un ragazzo che fa video divertenti, e l’influercer Chiara Ferragni che in questo momento avrei voluto avere come vicina di casa per ascoltare il concerto delle 18”.

Il tuo stato d’animo del momento in un tweet.
“Il mio mood di oggi mi dice: #maiunagioia anche se sono convinta che #andratuttobene”.

Una frase o un motto che ti rappresenta.
“L’importante non è essere alti, ma essere all’altezza”.

Sponsor