Sponsor

Gli occhi della Tigre e la capacità di non mollare mai, nemmeno di un centimetro: i segreti di Pulcinella del Ponte Casa d’Aste che ribalta il pronostico e vola alle semifinali playoff liquidando in due gara la serie con Crema. Un risultato straordinario reso anche più importante dall’importanza e il livello delle avversarie.

Crema parte forte proponendo una difesa aggressiva con cambi sistematici per limitare le tiratrici Orange. Le milanesi  in difesa concedono 7 punti nei primi tre minuti sbloccando il risultato solo con un tiro libero di Quaroni.

Coach Pinotti chiama time-out e subito arriva la reazione Sanga con la tripla di Toffali a cui risponde Pappalardo con il gioco da tre punti. Il Ponte Casa d’Aste ci crede e si riporta a -3 con la seconda tripla di Toffali e il bel canestro di Mandelli. Le padroni di casa a questo punto rimettono il piede sull’acceleratore con un parziale di 9-1 che porta le due squadre al riposo breve sul punteggio di 21-10.

Sponsor

Secondo quarto in cui si vede subito la reazione Sanga con 4 punti consecutivi di Beretta e altrettanti rimediati dalla coppia di esterni Toffali-Quaroni che tengono in linea di galleggiamento le Orange. Inizia una fase ad elastico della partita con che Crema che prova a piazzare la fuga decisiva e il Sanga che d’Orgoglio tiene la partita aperta anche se 5 punti firmati da Capoferri e Nori che valgono il +15 a 3 minuti dall’intervallo lungo.  Sale quindi in cattedra Toffali che recupera due palloni trasformandoli in altrettanti contropiedi che valgono il -9. Novati recupera un pallone dalla spazzatura e rimedia il fallo e canestro porta le Orange sul – 6 grazie anche ad una difesa di grandissima intensità. Al riposo lungo si va sul punteggio di 37-30.

Le ragazze di coach Pinotti alzano i giri del motore in difesa all’inizio della ripresa lasciando a secco le padroni di casa per oltre 5’, mentre in attacco la palla non ne vuole sapere di entrare nonostante le buone occasioni. A tre minuti dalla fine finalmente Cicic muove il punteggio con la tripla che vale il -3 che diventa però velocemente -5 grazie ai tiri liberi di Cerri.

È sempre Cicic a portare punti alle milanesi. Risponde sempre dalla lunetta, dopo un fischio quanto meno dubbio, Capoferri. Il Sanga però non demorde e continua a tenere alta l’intensità arrivando all’ultimo riposo sotto di due lunghezze.

Ultima frazione che sembra essere la fotocopia della precedente ma come la proverbiale goccia che scava la pietra il Ponte Casa d’Aste riesce ad agguantare il pareggio a quota 45 grazie ad un bel canestro di Guarneri. Non senza difficoltà arriva il sorpasso Sanga firmato da Toffali con una penetrazione prepotente a cui seguono due punti di Meroni dalla lunetta che valgono il 49-45. Crema si affida quindi alla solita Gatti che si crea da sola la tripla del 49-48. Le Orange a 100 secondi dalla fine cercano di sfrutta il bonus a favore trovando punti dalla lunetta con Guarneri. A un minuto dalla fine il Sanga è quindi sul +4 che diventa +5 grazie ad un punticino rimediato da Toffali

Gatti cerca la tripla veloce ma sbaglia e il rimbalzo è di Mandelli che va in lunetta e segna il 2/2 che porta le Orange sul +7.  Crema si affida a Gatti che anziché cercare la tripla cerca e trova il fallo, dalla lunetta la play cremasca è glaciale ma lo è anche Toffali che rimedia il fallo tattico delle padroni di casa. Sempre Gatti tiene vive le speranze delle sue con una tripla a 10 secondi dal termine che fissa il punteggio sul 53-57.  Il tempo però è a favore delle milanesi e la partita si chiude con il punteggio di 53-58.

Franz Pinotti a Fine partita dichiara: “Se tre indizi fanno una prova… abbiamo sicuramente meritato di vincere contro Crema. Voglio fare i complimenti alle mie ragazze per la “Cazzimma” che hanno messo in campo in questa serie”.

 

 

Sponsor