Sponsor

Il Ponte Casa d’Aste interrompe la sua rincorsa ai play off contro un solido Vicenza. Ora solo la matematica non condanna ancora le orange ma le circostanze che permetterebbero di riagganciare il treno per la fase suppletiva sembrano davvero una chimera.

In una giornata già iniziata male per i risultati delle avversarie negli anticipi (vittorie di Torino e Trieste) le ragazze di Pinotti, ormai stabilmente orfane di Gottardi ma con la rientrante Lepri, non sono riuscite a ripetere i “miracoli” di Udine e, ancor di più, Muggia. Indubbio merito delle venete ma, in contemporanea, demeriti propri e un arbitraggio tutt’altro che casalingo con molti fischi e non fischi discutibili.

Dopo un primo quarto di studio sostanzialmente in parità (13-14), Frantini e c. provano a fuggire (23-17 al 15°) ma le ospiti rispondono colpo su colpo e, all’intervallo, c’è ancora un mezzo canestro di distacco a loro favore: 27-28.

Sponsor

Anche dopo la sosta le cose non sembrano cambiare (34-35 al 25°) ma un minuto dopo esce Lepri per il quinto fallo e Milano ne risente eccome. Le vicentine allungano fino al 36-44 e si presentano all’inizio dell’ultima decina sul 39-46.

Il Sanga, purtroppo, non ne ha più mentre la Velco, trascinata da un’ottima Benko, amministra e poi sigilla il risultato dalla lunetta.

  

Serie A2 Poule Promozione A-  Seconda giornata ritorno

 

Il Ponte Casa d’Aste Milano – Velco Vicenza 60-69 (13-14 27-28 39-46)

 

Il Ponte Milano: Stabile 10, Smaldone 4, Frantini 19, Calastri 14, Colli 7, Lepri 6, Cismasiu 1, Perini ,Falcone, Taverna n.e.

Allenatore: Pinotti.

 

Velco Vicenza: Camazzola 18, Colombo 11, Ferri 7, Benko 16, Prospero 2, Martelliano 11, Caracciolo 4, Caldaro, Busnardo n.e., Zimerle n.e.

Allenatore: Voltan.

 

Arbitri: Rossetti di Carugate (MI) e Beffumo di Milano.

Sponsor