SponsorRE POWER

Si sapeva era una missione complessa quella del Repower Sanga, privo di Diallo e Vintsilaou contro la Reyer Venezia; Le Milanesi tuttavia ben figurano contro la capolista cedendo di fatto solo nell’ultimo quarto dopo un avvio rampante.

Sponsor

Gran partenza del Repower vola sul 8-2 grazie agli assist di Madonna e alle giocate di Turmel.  Reyer che comincia a macinare gioco in attacco grazie soprattutto ad un’ispirata Villa che porta le venete in vantaggio (8-10) inducendo coach Pinotti a chiamare il primo time-out della gara. Al ritorno in campo le milanesi continuano ad essere battagliere e grazie alle triple di  Penz, Tulonen e Madonna rimangono attaccate al treno Reyer che pende velocità. La partita ha per protagonisti gli attacchi e si va al primo riposo sul 19-23.

Toffali  riaccende subito l’entusiasmo del Bocconi sports center con una penetrazione delle sue, riportando sul -2 le Orange. Guarneri si iscrive alla festa con un canestro tutto grinta ma le veneziane rispondono colpo su colpo allungando sul +7. La partita si ferma quando mancano 7.30 a causa di un problema tecnico alla sirena dei 24”. Alla ripartenza il canovaccio della partita non cambia, la Reyer cerca  di allungare ma il Repower guidato dal brio di Toffali e Penz riesce a rimanere attaccata alla partita. Negli ultimi due minuti  Venezia si porta addirittura sul +14 ma le giocate di Beretta e Turmel permettono alle milanesi di guadagnare gli spogliatoi sul 32-42.

Il secondo tempo inizia con le giocate di Pan e Makurat che portano nuovamente sul +15. La difesa delle ospiti sembra poter far la differenza ma il Repower con grande pazienza continua ad eseguire in attacco e a trovare canestri importanti con Penz, Turmel e Tulonen; è proprio la finlandese dalla lunetta a riportare le milanesi sul -9. Cubaj fa la voce grossa nel pitturato e riallunga per le veneziane, ma Penz e Toffali continuano a dare energia all’attacco Orange. Si va all’ultima pausa sul 55-67.

L’ultimo quarto si apre con il parziale di 10-0 delle veneziane che di fatto chiude la partita; le ragazze di coach Pinotti cercano di reagire ma l’intensità difensiva è diminuita. Gli ultimi minuti servono di fatto solo a determinare il punteggio finale che è di 70-85.

Coach Pinotti a fine partita dichiara: “Le ragazze sono state molto ordinate e stiamo lavorando su questo; un ordine che parte dalla difesa, perché difendendo meglio abbiamo anche miglior ritmo in attacco, perdiamo meno palloni e lottiamo alla pari a rimbalzi. Questa partita deve rappresentare un cambio di pagina, dobbiamo pensare al nostro percorso, farci trovare pronte per certe partite e sfruttare match come questo per sperimentare”.

Sponsor