SponsorRE POWER

Sponsor

Riceviamo e pubblichiamo questo bellissimo articolo de “Il resto del Calvino”, giornalino scolastico dell’istituto Italo Calvino. Buona lettura!

Il Gioco è uno degli strumenti primari di apprendimento e formazione sin dai bambini più piccoli, per gli adolescenti e fino ai giovani adulti. Per la Scuola I.C. Italo Calvino, riguarda ogni anno le interclassi prime e terze elementari, per 11 classi tra Mattei, Sant’Uguzzone e Carnevali, per un totale di circa 230 alunni.

Psicomotricità e Motoria, in funzione dell’età, attraverso le quali mettere al centro le esigenze e gli interessi dei bambini per una alfabetizzazione motoria. Non solo minibasket, dunque, ma attraverso la palla una modalità per attivare la conoscenza del proprio corpo (propriocezione) in riferimento a se stessi, agli altri e allo spazio, fino ad arrivare a una vera e propria educazione posturale e allo sviluppo del tono muscolare (arti e rachide).

Gli Istruttori del Sanga sono prima di tutto Educatori, e poi Tecnici Formatori che, attraverso progetti inclusivi basati sul gioco, arrivano al cuore dei ragazzi, per sensibilizzarli passando loro gli stessi meravigliosi valori che percepiscono dai loro insegnanti nel percorso curricolare, tutti in sinergia in favore della crescita individuale e del gruppo classe. Per questo anche i ragazzi con qualche problema di disabilità cognitiva e/o fisica, vengono serenamente inclusi in questo tipo di lezioni, per formare una squadra unita e coesa, ognuno sviluppando le proprie capacità, insieme nel concorrere all’obiettivo finale attraverso il gioco.

Non mancano piccoli aneddoti, come quella bambina che già alla terza lezione rivolgendosi all’istruttore racconta: “Maestro lo sai che mi piace tanto giocare a pallacanestro? Ho detto alla mia mamma di comprarmi un canestro e una palla da mettere in cameretta per giocare tutti i giorni.”

Curiosa invece una osservazione globale che ci racconta come le bambine siano più attente all’apprendimento del gioco e della tecnica, cioè fanno domande specifiche su come si fa, di come farle meglio; mentre i maschietti non si fanno nessuna domanda, giocano e basta. Al massimo entrano subito in competizione con l’amichetto, per vedere chi è più bravo. Insomma, una “pari opportunità di genere” fondata più sulla bellezza delle differenze, che su una piatta e poco attenta semplice uguaglianza.

Dieci lezioni a classe organizzate da Gennaio a Marzo che però non si esauriscono perché, oltre ai corsi annuali organizzati dalla Asd San Gabriele Basket (Sanga per tutti) nelle palestre della Scuola, in Estate il Sanga’s Tigers Mondo organizza Campus Estivi, in collaborazione e grazie al Patto Territoriale con altre associazioni del territorio, che offrono settimane di Day Camp nel plesso tra Frigia e Mattei.
Quest’anno arricchito dal nuovo campo sportivo costruito nel cortile della Scuola grazie alla sinergia tra Sanga e Airness, che ha donato alla Scuola e alla comunità un luogo recuperato e sicuro dove continuare a imparare anche nei mesi di Giugno e Luglio.

 

 

Sponsor