Sponsor

Nel secondo incontro di andata coach Colombo sperimenta una nuova alchimia schierando sul campo di Carugate ben quattro 2001 per cercare di dare più energia e spregiudicatezza al gruppo apparentemente in soggezione verso il campionato “elite”.

Nel primo quarto la formazione di Milano parte concentrata ed aggressiva.
Dopo i primi minuti di sostanziale equilibrio, le orange applicano una buona “zone-press” e al 7′ sorpassano le avversarie (11-12) portandosi poi a +5 al suono della sirena.

Nel secondo periodo le padrone di casa reagiscono mettendo sotto pressione la difesa del Sanga  e al 6′ ribaltano la situazione (20-17) grazie anche a qualche errore di troppo in fase difensiva da parte della formazione di coach Colombo.
La risposta milanese però non si fa attendere ed in poco più di un minuto le ospiti mettono a segno un +7 parziale con Viganò, Frabetti e Ravaglioli che riporta le orange a tre lunghezze di vantaggio.
Ma Carugate non ci sta, riparte all’arrembaggio e recupera il “gap” ripristinando sul finale di metà gara una situazione di assoluta parità (29-29), nonostante una “bomba” da tre messa a segno da Spina.

Sponsor

Come già accaduto contro il Visconti, nel terzo periodo improvvisamente cala il sipario sulla buona prestazione del Sanga. Salvo qualche eccezione, capitan Stilo e compagne giocano senza convinzione; un attacco disordinato e qualche grossa ingenuità in fase di rimessa (che possono risultare fatali in un campionato elite) aprono la strada della vittoria alle padrone di casa che al 5′ sono già in fuga (38-31). Il periodo si chiude con le orange che stentano a ritrovare grinta ed idee chiare.

Nell’ultimo quarto le milanesi provano il riaggancio riportandosi sul 53-48, ma per cambiare le sorti dell’incontro a 4′ dalla fine occorrerebbe un pressing convinto e continuo. Un Sanga troppo riflessivo lascia scorrere inesorabilmente il cronometro fino a quando la sirena di fine incontro sancisce un meritato referto rosa per il Carugate.

Peccato aver perso l’occasione di poter battere due squadre sicuramente alla nostra portata, ma con le prossime più temibili avversarie occorrerà un differente approccio alla gara, mettendo da parte ogni eccessiva ansia da vittoria (pubblico amico compreso, la cassa della Società ne sarà grata).
Obbiettivo di quest’anno è imparare a giocare a più alto livello, senza subire il maggior tasso tecnico avversarie più titolate ma mettendolo a frutto per migliorarsi, senza pensare troppo a risultati e classifica.

Basket Carugate – Sangabriele Milano : 59-52  (11-16, 29-29, 44-38)

Sanga : Amato, Angeretti 2, Camponovo, Ferrario, Frabetti 4, Galbusera 3, Martinez 2, Memoli 1, Ravaglioli 9, Spina 7, Stilo 16, Viganò 9. All. Colombo

Sponsor