Sponsor

In attesa della prossima uscita della squadra di Coach Zappetti prevista per domenica 11 gennaio, quando i Tigers saranno impegnati nella difficile trasferta contro la Canottieri Milano (palla a due alle 18 presso la palestra di via Alzaia Naviglio Grande 160 a Milano), pubblichiamo i commenti alle ultime 4 partite giocate dalla nostra Promo maschile.

N.P.G. Rossi Milano – Tigers Milano 59-47 (11-14, 30-27, 39-38)

N.P.G. Rossi Milano De Martino, Montanari 13, Iannotta, Valle R. 7, Lepri 5, Valle F. 5, Baldissara 10, Ostuni 6,  Guelfi, Martini 7, Faienza, Oggioni 6.
Tigers Milano: Tagliavini 3, Bianchi 2, Cannone 3, Barbieri 4, Rigo 3, Rotelli 20, Maghini, Baroncini 8, Ballardini 2, Basso, Montanari 2, Valentini. All. Zappetti.

Sponsor

Partita caratterizzata da un buon inizio dei Tigers che riescono a contenere gli avversari subendo pochi punti nei primi due quarti. Dopo l’intervallo anche gli Orange faticano a trovare la via del canestro per merito dei continui cambi di difese dei padroni di casa. Si arriva all’ultimo quarto in sostanziale parità, con la squadra di casa che segna quasi esclusivamente dalla lunetta e, complici le ottime percentuali, riesce a costruire un discreto margine di vantaggio e a portare a casa la vittoria.

Tigers Milano – Acquamarina Segrate 46-48 (20-8, 20-23, 39-28)

Tigers Milano: Tagliavini, Ke Yong, Bianchi 1, Cannone, Barbieri 5, Rigo 3, Maghini 2, Baroncini 10, Bassso 4,  Montanari, Rotelli 8, Buongiorno 13. All. Zappetti.
Acquamarina Segrate: Guzzi, Mangone 3, Dallari, Sangalli, Biraghi, Granziera 4, Curti 9, Cogorno M., Migliano 3, Cogorno D. 9, Benoliel 16, Corrado 4.

I Tigers giocano il loro miglior primo quarto della stagione tanto in attacco, dove segnano 20 punti da tutte le distanze trovando sempre l’uomo con miglior vantaggio sul difensore, quanto in difesa dove costringono gli ospiti a soli 8 punti segnati. Durante il secondo quarto Segrate prova a ridurre lo svantaggio ma gli Orange riescono comunque a restare in testa. Dopo l’intervallo gli ospiti provano l’arma della difesa a zona e i Tigers, che inizialmente l’avevano attaccata bene, iniziano a rifiutare tiri comodi cercando sempre un passaggio in più, facendo quindi il gioco degli avversari che nel frattempo in attacco trovano soluzioni facili che puniscono i padroni di casa. Con un ultimo quarto da dimenticare, che nel punteggio rispecchia il primo ma a parti invertite, il referto rosa va ad Acquamarina.

Basket Milano ARS – Tigers 57-72 7-14, 22-40, 39-51)

Basket Milano ARS: Naccarato, Fanzaga 4, Martinelli, Silva 5, Montuori 10, Marchetti 6, Ruggeri 2, Masseroni 10,  Marocco 3, Haile, Ferrari 2, Cupo 15.
Tigers Milano: Tagliavini 15, Bianchi 5, Barbieri 5, Rigo, Baroncini 15, Rossello, Antifora, Basso 9, Montanari, Valentini, Rotelli 8, Buongiorno 15. All. Zappetti.

I Tigers costruiscono fin dai primi possessi un buon margine di vantaggio distribuendo in modo equo i punti tra i giocatori in campo e sfruttando la buona serata di Tagliavini, Baroncini e Buongiorno, arrivando all’intervallo con 18 punti di vantaggio. Nei due quarti finali Ars riesce a ridurre di qualche punto lo svantaggio grazie alle giocate in area di Cupo (15 per lui alla fine) senza mettere però mai in discussione il risultato. Vittoria convincente che dà morale e interrompe la striscia negativa.

Tigers Milano – Garegnano 1976 Milano 65-85 (19-25, 40-46, 52-67) 

Tigers Milano: Tagliavini 13, Bianchi 1, Cannone 5, Barbieri 9, Rigo, Baroncini 5, Rossello, Basso 9, Ribezzi, Montanari 2, Rotelli 12, Buongiorno 9. All. Zappetti.
Garegnano 1976 Milano: Arienti 2, Boffino 4, Leonardi 17, Bellettato 4, Schiavone, Trifilò 14, Ferrari, Tessitore 9,Santambrogio 4, Trombini 16, Marelli 15, Sessa ne.

Incontro contraddistinto da ritmi molto elevati per questo campionato e squadre che si affrontano a viso aperto con netta prevalenza degli attacchi sulle difese. Se per i primi venti minuti i padroni di casa sembrano potersela giocare( all’intervallo il tabellone dice solo -6) nella seconda metà di gara viene fuori il vero valore dei giocatori ospiti che riescono a mantenere, se non migliorare, le loro percentuali al tiro contro tutte le difese che i Tigers propongono per provare a contenerli. Più che i singoli emerge la coralità del gioco di Garegnano, che si dimostra seria candidata per la lotta alla promozione in Serie D.

Coach Zappetti commenta così i primi tre mesi di campionato: “Gli obiettivi di questa stagione sono costruire un gruppo che possa giocare insieme negli anni a venire (l’età media è molto bassa, sotto i 23 anni) e dimostrare di poter competere in questo campionato. Sono arrivate delle vittorie importanti che ci tengono lontani dalle ultime posizioni anche se rimane l’amaro in bocca per alcune occasioni sprecate. Ci sono stati grandi progressi da settembre ad oggi ma rimangono ancora molti aspetti da migliorare, in particolare vorrei riuscire a eliminare, o per lo meno limitare, i cali di concentrazione nell’arco dei 40 minuti. Vorrei inoltre che alcuni dei miei giocatori acquisissero maggiore fiducia nei loro mezzi in modo da replicare in campionato quanto di buono fanno vedere durante gli allenamenti e nelle partite amichevoli.

Sponsor