Sponsor

Tifo alle stelle e grande tensione agonistica per il ritorno con Pavia, dopo la contestata sconfitta dell’andata.
Il primo tempo vede un sostanziale equilibrio, con il Sanga che chiude in vantaggio il primo quarto sul 13 a 10, mentre le ospiti si aggiudicano il secondo quarto con un parziale di 8 a 5. Pavia colpisce bene da fuori, mentre le Orange replicano bene con attacchi in velocità.
Anche il secondo tempo registra una perfetta parità, con i due quarti che si chiudono rispettivamente sul 13 pari e 15 pari. Nel mezzo, una partita molto combattuta, con le Orange che faticano a rimbalzo e le avversarie che iniziano a giocare maggiormente sotto canestro con penetrazioni e rimbalzi, sfruttando il fattore fisico e creando un break che costringe Coach Colombo a richiamare le sue giocatrici per riorganizzare il gioco.
Lentamente il Sanga ricuce lo strappo con Viganò e Delihasanovic (suo il pareggio), spinte da un tifo caldissimo.
Nell’ultimo quarto le nostre inseguono le avversarie avanti di 4 ma alcuni canestri sbagliati (soprattutto sul lato sinistro del campo) impediscono il sorpasso.
Le Orange però non mollano e, battagliando punto su punto, raggiungono le avversarie sul 44 pari con una coraggiosa entrata di Viganò ad un minuto dalla fine.
In un finale al cardiopalma, le squadre si ritrovano sul 46 pari a 6 secondi dalla fine, Viganò subisce fallo e va in lunetta con due liberi a disposizione per chiudere il match.
Purtroppo l’emozione e il tifo avversario le giocano un brutto scherzo, e la partita finisce in parità: si va ai supplementari.
Le Orange partono bene, Marcandalli segna da fuori un gran canestro e poi recupera e lancia Viganò in contropiede, siamo sul 50 a 46; segue un periodo di errori da entrambe le parti, poi le nostre perdono l’inerzia della partita e Pavia pareggia a 30 secondi dalla fine.
Viganò subisce fallo e trasforma un libero su due, il Sanga è in vantaggio 51 a 50 a 19 secondi dalla sirena, ma viene beffato dall’ultimo tiro dal perimetro del Pavia che vince per 52 a 51.
L’amarezza per una sconfitta-beffa viene però mitigata da una prova di carattere delle nostre ragazze che in entrambe le gare con Pavia hanno dato l’impressione di poter vincere, mancando però del colpo risolutivo e della necessaria cattiveria nei momenti decisivi.

Top players:
Punti: Viganò 28, Memoli 8, Delihasanovic 6.
Rimbalzi: Carozzi 9, Delihasanovic 7, Amato 5.
Stoppate: Viganò 3, Carozzi 1.
Assist: Memoli 4, Viganò.

Sponsor