Sponsor

Risultato bugiardo quello finale, che non fotografa il reale andamento della partita. Il pesante divario matura nell’ultimo quarto, mentre per i 30 minuti precedenti si èvisto un Sanga di alto livello, che ha mostrato una vastità di soluzioni in attacco da far girare la testa alle “super-fisicate” geassine (la guardia sestese era alta come il centro milanese).
Tatticamente la partita è ben chiara, Geas che sfrutta i numerosi mismatch a disposizione, palla alle lunghe che sfruttano la loro fisicità sottocanestro, gioco semplice ed efficace. Il Sanga rimane vicino nel punteggio affidandosi al tiro, al pick & roll, al gioco senza palla e a tanta intensità in difesa lottando su ogni rimbalzo.
Nei primi 20 minuti le due compagini si alternano al comando della partita, le Picci-girls mettono in campo tanta energia per contrastare lo strapotere del Geas. Anticipi, raddoppi, aggressività su ogni pallone e in attacco circolazione veloce della palla, buone percentuali nel tiro da fuori: uno sforzo che pagheranno nell’ultimo quarto.
Nel terzo quarto si comincia a vedere qualche sbavatura difensiva, qualche ritardo in chiusura ma il Sanga è sempre lì, attaccato con merito alla partita.
Nell’ultimo parziale  le gambe non girano, il Sanga è in riserva e non morde più e una serie di facili canestri da sotto chiude l’incontro e consegna a Geas il referto rosa.

Geas – Sanga  72 – 45 (11-11, 32-26, 52-40)

Sanga: Calciano 2, Ceravolo 9, De Moliner, Lauro, Fusi 11, Gandola 2, Mazzocchi 2, Mischiati, Spina, Stilo 3, Taverna 13, Tafuro  3. All. Piccinelli; assistente Zappetti.

Sponsor