Sponsor

Il Ponte Casa d’Aste Milano non sfata il tabù Salerno, le ragazze di coach Franz Pinotti prima affondano, poi recuperano con orgoglio e carattere ma alla fine non completano la rimonta e la Carpedil chiude con un 2-0 il back to back con le milanesi. Sconfitta che porta con se, ormai come di abitudine, anche altri acciacchi ed infortuni con i due play Rossi e Bottari uscite malconce dalla sfida del PalaSilvestri. Ora per le Orange chiusura in casa contro Roma per ritrovare le residue energie e la voglia di regalarsi un ultimo successo davanti al pubblico amico.

LA GARA

Partenza subito in salita per Milano che patisce il ritmo e la maggiore organizzazione delle avversarie. Valerio ed Insfran-Gonzales sono sempre una sentenza ma è Ardito (14 con 11 rimbalzi) questa volta a fare la differenza sotto i tabelloni ribaltando la superiorità del Sanga nella sfida di martedì, 38-30 per la Carpedil il dato alla sirena finale. Le ospiti provano una reazione guidate da Colli e Ruisi, di Giulia Rossi il canestro del meno 2 alla fine del primo quarto, 13-11. E’ un fuoco fatuo spento subito dalla maggiore reattività ed organizzazione delle campane che allungano con decisione, Insfran-Gonzales prende per mano la squadra e guida Salerno al massimo vantaggio, 32-17 all’intervallo. Spartito che non cambia ad inizio ripresa, Il Ponte Casa d’Aste affonda travolto dall’intensità delle avversarie, 41-19 e gara che sembra ormai in archivio. Alle Orange non ha mai fatto difetto l’orgoglio, si scatenano Rossi, Colli e Ruisi, arriva l’eccellente impatto di Giulia Trianti (MVP per agonismo ed efficacia) che sigla due triple di capitale importanza e mette il bavaglio ad Insfran-Gonzales. Milano arriva ad un passo dal pareggio grazie alla grinta di Bottari prima e Falcone poi, 54-50 ad un minuto dal termine. Il piccolo miracolo del Sanga si ferma però qui, come nella gara del PalaGiordani manca lo sprint e la lucidità per chiudere la rimonta, Salerno ancora una volta chiude rischiando ma strappa un altro successo in questa eccellente seconda fase.
A fine gara coach Franz Pinotti analizza la sconfitta al PalaSilvestri: “Le ragazze hanno dimostrato un grande carattere nella ripresa, purtroppo non è bastato per vincere la partita. Abbiamo avuto anche la palla per il pareggio sul 46-48, poi nel finale abbiamo pagato ancora una volta il dazio degli infortuni (fuori entrambi i play Rossi e Bottari), bella la reazione delle giovani con Falcone e Trianti (2 bombe e 2 stoppate su Insfran-Gonzales). Proviamo a vedere il bicchiere mezzo pieno, ci saranno da rivedere alcune cose ma scorgo segnali molto positivi in prospettiva per il prossimo anno”.

Sponsor

Carpedil Salerno: Insfran-Gonzales 16, Ardito 14, Valerio 13, Dentamaro 5, Viale 4, Braida 3
Il Ponte Casa d’Aste Milano: Ruisi 13, Rossi 11, Colli 10, Trianti 6, Bottari e Calastri 4, Falcone 2

Sponsor