Sponsor

Sabato sera il PalaFrigia accoglie la formazione di Robbiano, giunta all’ultima spiaggia.
La vittoria è indispensabile per entrambe le formazioni al fine di accedere alla poule promozione, fase che si svolgerà a partire da gennaio.

Memori della partita dell’andata sappiamo bene che la concentrazione dovrà rimanere alta per tutto l’incontro se vorremo aggiudicarci il referto rosa. La partita è stata preparata al meglio e tutto funziona secondo automatismi ben allenati ma la tensione da ambo le parti è tangibile e se Robbiano per molte azioni non arriva nemmeno al tiro, d’altra parte le ragazze orange non la mettono mai. Insomma, la palla pesa.

È Robbiano a risvegliarsi per primo dal torpore, mentre noi mettiamo a referto solo una tripla di Battiston e 2 liberi di Linzola e andiamo al primo intervallo sul 5-10. Non c’è molto da dire, bisogna cambiare marcia.
Il trend cambia e si vedono ottimi scambi di assist per il trio Arosio-Pereda-Dell’Oro (bravissima in questa partita a rimbalzo e a caricare di falli le lunghe avversarie che non entrano mai realmente in partita), comincia qui la nosta gara. Il secondo quarto si chiude con un coast-to-coast di Myriam Pereda che insacca contro 3 avversarie a fil di sirena, si va negli spogliatoi sul 21-20.

Sponsor

Al rientro in campo nessuna delle due squadre gioca al risparmio, Robbiano pressa ma noi infiliamo l loro difesa con un perfetto automatismo che ci porta a 3 facili appoggi da sotto canestro. In questo momento di agonismo puro sale in cattedra la coppia Arosio-Scuto che con tagli e con gioco in velocità diventano immarcabili per la difesa ospite, sia a uomo che a zona. È proprio col passaggio a zona che si verifica una rarità per il basket femminile: Greta Scuto segna una tripla con fallo e realizza il tiro libero aggiuntivo marcando il cosiddetto “canestro da 4”. Potrebbe essere il colpo del k.o. e invece Robbiano rialza la testa e prova il tutto per tutto infliggendoci un contro-parziale di 10-0. A un minuto dal termine sul 48-50, allo scadere di un’azione articolata e confusionaria, ci pensa la solita Alice Arosio a togliere le castagne dal fuoco realizzando un tiro al limite dell’impossibile dall’angolo, regalando il pareggio alle sue. La voglia di portare a casa il risultato ci fa difendere benissimo sulla palla costringendo le ragazze ospiti a finire in out con la palla e regalandoci l’ultimo possesso.
Fallo immediato e solo un tiro libero a segno, Robbiano non segna più nemmeno dalla linea della carità ed è di Beatrice Rotelli (non una delle sue migliori prestazioni questa) il rimbalzo decisivo che ci regala il possesso in zona d’attacco a 7 secondi dalla fine. Gesto tecnico a dimostrazione che non è mai finita fino allo scadere e noi in questa prima fase di campionato lo abbiamo imparato, spesso a nostre spese, benissimo.
Nonostante i 4 tiri liberi nelle mani di Ramona Linzola non riusciamo più a mettere punti a referto ma il tempo corre sui tiri liberi sbagliati e si chiude così l’incontro, col cuore in gola e con la certezza di aver fatto un piccolo grande passo verso l’obiettivo stagionale, col punteggio di 51-50.

Dobbiamo cercare ora la vittoria a Sondrio per tornare dalla Valtellina con un referto rosa e il matematico accesso alla seconda fase, si conclude poi il girone iniziale con lo scontro diretto contro Assisi martedì 22 ore 21 in via Frigia.

Ci aspettiamo la palestra stracolma di supporters per farci arrivare a gennaio sulle ali dell’entusiasmo!

San Gabriele – Robbiano: 51-50 (5-10, 21-20, 36-38)
San Gabriele: Pereda 5, Rotelli B., Arosio 15, Colella, Battiston 3, Dell’Oro 3, Scuto 20, Rotelli E. NE, Savarese NE, Matteoni 3, Linzola 2. Allenatore: Rossi, Assistente: Zappetti

Sponsor