Sponsor

Il Sanga passa sul difficile campo di Costamasnaga (seconda in classifica), aggiudicandosi due punti importantissimi per rimanere appaiati a Geas al quarto posto, ultimo utile per la qualificazione alla fase successiva.
Vittoria ancor più importante visto il grande equilibrio di questo torneo davvero appassionante, divertente e coinvolgente per tutte le ragazze, come mai negli ultimi anni: non esistono partite impossibili, tutto a vantaggio dello spettacolo.

Il Sanga vince in maniera perentoria, rimanendo in testa per quasi tutto l’incontro, dando sempre l’impressione di avere la partita sotto controllo, anche per via delle “polveri bagnate” delle padrone di casa.

Il film della partita si apre con le milanesi che provano a scappare, +5 al 3′, per poi allungare fino al 20-9 con Taverna e Perini che suonano la carica.A cavallo dei due quarti iniziali c’è la reazione di Costa, che piazza un contro-parziale di 10-0 ma le nostre difendono il punto di vantaggio fino all’intervallo lungo.

Sponsor

Il terzo periodo è quello che indirizza definitivamente la partita verso Milano: Costamasnaga alza ed allunga la pressione a tutto campo, il Sanga gestisce senza perdere troppi palloni, colpendo con delle buone azioni e sfruttando gli spazi concessi. Il canestro delle milanesi sembra stregato, Costa riesce a sbloccare il punteggio dopo oltre 8′ e segna solo 5 punti in tutta la terza frazione.
Ultimo quarto ancora di marca Sanga, le padrone di casa provano il tutto per tutto e rientrano a -6. Il grande sforzo profuso si fa sentire, soprattutto dal punto di vista mentale, anche perché molti tentativi continuano a spegnersi sul ferro.
Le milanesi ne approfittano, allungano e chiudono il match sul massimo vantaggio (+16) con Michelini (2 triple fondamentali), Stilo (4 stoppate) e Giulietti grandi protagoniste, vendicando la sconfitta dell’andata e ribaltando la differenza canestri.

Bravo il Sanga che, alternando uomo e zona, ha saputo contenere l’attacco di Costa, anche se in molte circostanze siamo stati graziati dalla loro serata storta al tiro.
La vera chiave della partita è stata la concentrazione, dimostrata anche dalla grande precisione ai liberi nelle fasi calde dell’incontro (20/26 in totale). La gestione dei palloni importanti è stata buona, così come le scelte e la distribuzione dei tiri.

Esserci trovati ad “amministrare” e non a rincorrere, come in altre occasioni, ha reso tutto più agevole ma i segnali sono ottimi. Ogni ragazza scesa in campo ha dato il suo contributo e dalla panchina c’è stato un incoraggiamento costante per le cinque in campo.

Ora non bisogna abbassare la guardia perché saranno tutte partite tirate fino alla fine.

Costamasnaga–Sanga 40–56 (13-20, 26–27, 31–40)
Sanga: Fusi, Gandola, Giulietti 24, Leveraro 2, Michelini 11, Perini 6, Poggi, Ravaglioli, Stilo 5, Tafuro, Taverna 8. All.Zappetti

Sponsor