SponsorSmiley face

Il primo impegno U15 del weekend era nel campionato UISP contro San Fruttuoso.

Gara facile e ben controllata dai Tigers che, pur partendo un po’ a rilento, si portano avanti già nel primo quarto con un parziale di 17-14. Un discreto gioco di squadra fa sì che alla pausa il distacco sia di 15 punti, 35 a 20 in favore dei milanesi. Alla ripresa nulla cambia e nostri continuano ad incrementare il loro punteggio, chiudendo il match 56-39.

Grazie al punteggio ormai messo in cassaforte, su richiesta del coach Corvi la squadra ha potuto concentrarsi un po’ di più nelle azioni d’attacco, alzando il ritmo nel far girare la palla per liberare l’uomo al tiro e tentando qualche “dai e vai” e qualche penetrazione ben costruita. I ragazzi hanno senz’altro bisogno di crescere ancora, di lavorare sui fondamentali e di arrivare ad una maggiore continuità per competere con le squadre più titolate che, come sappiamo, ti puniscono al minimo errore. Godetevi quindi questa vittoria, ragazzi, ma restate “sul pezzo”!

Pol. San Fruttuoso-Tigers 39-56 (14-17; 20-35; 27-45)
Tigers: Obeng, Nardella 11, Pinna 2, Castagneri 4, Mirulla 2, Cavallaro 17, Arcadi 3, Ballerini 2, Benaggia, Bianchi 8, Tarditi 3, Corbascio 4. All. Corvi.

Come di consueto, di scena anche in Fip le Tigri di Coach Corvi.

Partita molto ordinata e giudiziosa delle Tigri Under 15, che riescono a non farsi mai sopraffare dall’ansia, nonostante la continua pressione della difesa avversaria. La palla circola sempre veloce e precisa, i nostri ragazzi si propongono puntuali per la ricezione, trovando soluzioni di tiro oculate ed efficaci.

Magari fosse possibile commentare così la partita di sabato… La realtà, è tutto l’opposto.

Gli oltre 50 punti del distacco finale, non sono nemmeno sufficienti a descrivere la prova negativa dei nostri ragazzi: sono completamente in balia degli avversari, commettono ad ogni azione lo stesso identico errore, con i portatori di palla che, puntualmente, si suicidano nei raddoppi avversari, fermando il palleggio non appena superata la metà campo, ad un passo dalla linea laterale…praticamente nelle gabbie di raddoppi della difesa dei biancoblù di Lissone.

Le indicazioni dei coaches sono sempre costantemente, quanto pervicacemente, disattese, e ledistrazioni di ogni genere in attacco e in difesa fanno sì che il distacco tra le due squadre aumenti fino al -50 finale. I nostri ragazzi sembravano “pupazzi abulici” che, fra due soluzioni sceglievano sempre quella sbagliata.

L’unica nota positiva? Che ad un certo momento, ma sempre troppo tardi, la partita è finita.
Difficile dire quanto demerito delle Tigri e quanto merito degli avversari, senza dubbio di categoria superiore, vista l’imbattibilità mantenuta ad oggi da inizio stagione. Senza dubbio un’opportunità sprecata nella quale si poteva provare a giocare una partita di altissimo livello, cosa che invece i nostri ragazzi fecero qualche tempo fa nella partita del girone di andata al PalaFrigia.

Ci auguriamo che i ragazzi prendano coscienza delle loro possibilità e s’impegnino in una crescita costante, facendo propri gli insegnamenti dei coaches, rinnovando la fiducia in sé stessi per regalarci nuove emozioni. Forza ragazzi!

Apl Lissone-Tigers 83-32 (15-7; 44-18; 65-23)
Tigers: Obeng 4, Nardella 1, Bernago 1, Corno 5, Ferri 6, Pinna 2, Castagneri, Cavallaro 3, Stanga 2, Blanco, Bologna 6, Calmo 2. All. Corvi, Ass. Buongiorno.

 

SponsorSmiley face